Attività
ATTIVITÀ 1982-2004

Crediamo di non peccare di modestia affermando che quanto ha fatto l’Associazione “Fameja dei Zater e Menadas del Piave”, dal 1982 ai giorni nostri, ha risvegliato nella provincia di Belluno la coscienza della necessità di riscoprire una scienza come l’etnografia per lunghi anni dimenticata. Quello che ha fatto l’associazione soprattutto negli anni 80 è servito ha gettare le basi per una ricerca del trasporto via fiume che ha interessato da subito, non solo il Piave, ma tutti i fiumi d’Europa e del mondo intero.

Il risultato di tutto questo è stata la realizzazione del Museo degli zattieri del Piave e Centro Internazionale studi sulle zattere e la creazione dell’Associazione Internazionale degli zattieri.

Diamo qui sotto un riassunto sintetico dei fatti più salienti dell’attività svolta dall’Associazione dal 1982 al 2004.

ristrutturazione del museo
1995 – 2004

Anno 2004

  • Giugno – Costruzione di una zattera a Bronzolo (BZ) e prima ripetizione dopo cento anni della discesa dell’Adige da Bronzolo a Sacco.
  • Luglio – Trasferta a La Pobla de segur per il XIV° Incontro Internazionale.
  • Luglio – Costruzione di una zattera del Brenta a Valstagna invitati dall’Associazione degli zattieri del Brenta da poco costituita

Anno 2002

  • Trasferta a Ljeksa XIII° Incontro Internazionale.
  • Invitati da appassionati della storia degli zattieri di Sacco (TN), costruzione di una zattera dell’Adige a Calliano e discesa da Calliano a Sacco.

Anno 2000

  • Luglio – Trasferta nel giura francese sul fiume Loue invitati da una Associazione “Confrerie Sait Nicolas Des Radeliers de la Loue”
  • Agosto – Partecipazione al XII° Incontro Internazionale, costruzione di una zattera a cinque copule e discesa da Oberdrauburg fino a Baldramsdorf.
  • Costruzione di una zattera dell’Adige a Bronzolo
  • Presentazione di Antonio Chiades nel museo degli zattieri del romanzo di Giuseppe Sebesta “Zattere sull’onda dei fiumi”

Anno 1998

  • Agosto Trasferta in Austria e discesa da Oberdrauburg a Baldramsdorf con una zattera del Piave a cinque Copule.
  • Discesa con due zattere da Davestra a Longarone
  • Proposta di Enzo Losso al presidente dell’Associazione Internazionale Kurt Mayer per realizzare il progetto Danubio per discendere con zattere di varie nazioni il fiume dalle sorgenti a Vienna.
  • A Ljubno discesa con due zattere lungo la Savinja.

Anno 1996

  • Agosto – Costruzione di una zattera a 5 copule a Oberdrauburg sulla Drava e discesa fino a Baldramsdorf
  • Settembre – Trasferta a Trois Riviere nel Quebec canadese IX° Incontro Internazionale.
  • Recupero di una segheria alla veneziana a Sottocastello..

Anno 1994

  • Maggio – Costruzione di una zattera e allestimento di una mostra a Piazzola sul Brenta.
  • Giugno – Costruzione di una zattera assieme agli zattieri Catalani e francesi di una zattera sul fiume Durance nei pressi di Embrun Alpi francesi.
  • Giugno – Partecipazione al VII° Incontro Internazionale degli zattieri a Wolfach nella foresta nera. Discesa con una zattera di 80 metri sul fiume Wolf e di una zattera di 120 metri sul fiume Kinzig, unione delle due zattere alla confluenza e prosecuzione con una zattera di 200 metri lungo il fiume Kinzig
  • Settembre – Discesa con due zattere da Falzè di Piave a Nervesa.

Anno 1992

  • Incontro Internazionale a Laspuna Aragona Spagna e discesa con sei zattere Aragonesi del fiume Cinca da Laspuna a Ainsa.
  • Discesa con tre zattere da Perarolo a Venezia e firma a Venezia in Palazzo Ducale dello statuto Internazionale degli zattieri. Durante la discesa del fiume nella zona del Montello una delle tre zattere ha un incidente e muore Ezio Losso
  • Allestimento del museo su tutti tre i piani della scuola elementare.

Anno 1992

  • In aprile manifestazione ecologica GAIA “Giornata del bosco e dell’acqua”, recupero delle due zattere che avevano rotto gli ormeggi e discesa con due zattere da Codissago a Longarone.
  • In giugno III° Incontro Internazionale, trasferta in Finlandia a Kuopio centro di fluitazione del legname sui laghi finlandesi.
  • In agosto costruzione di una zattera del Piave a quattro copule a Oberdrauburg e discesa fino a Sachsemburg
  • Ottobre costruzione di una zattera al museo dei trasporti a Lucerna.

Anno 1988

  • Incontro Internazionale a La Pobla de Segur con gli zattieri della Noguera Pallaresa. Discesa con tre zattere.
  • Mostra a Longarone “Dai Monti alla Laguna”, la zattera e la gondola esposte assieme.

Anno 1986

  • Incontro a La Pobla de Segur con gli zattieri della Noguera Pallaresa.

Anno 1984

  • Conferenze nelle scuole per coinvolgere i giovani

Anno 1982

  • Fluitazione dimostrativa di legname nel tratto di Piave tra i due ponti davanti a Longarone.
  • Allestimento di una mostra di attrezzi documenti e foto in due sale della scuola elementare.
  • Viaggio in Austria a Spittal e Berg alla ricerca delle tracce del passaggio degli zattieri di Codissago.

Anno 2003

  • Trasferta a Embrun per il decimo anniversario della prima discesa.
  • Trasferta a Ljubno per l’assemblea generale dell’Associazione Internazionale.
  • Costruzione di una zattera sul laghetto di Lagole antica fonte sacra dei romani

Anno 2001

  • Trasferta a Praga assemblea generale.
  • Trasferta in Romania a Petrosani Alba Julia lungo il Tirgu Mures e sulla valle del Lutru.

Anno 1999

  • Giugno – Trasferta a Unterrodach assemblea generale.
  • Trasferta a La Pobla per intitolare una via a Castellavazzo.

Anno 1997

  • Maggio – Discesa di due zattere da Davestra a Longarone manifestazione “Vivere la Piave”
  • Giugno – Trasferta a Trysil Norvegia X° Incontro Internazionale.
  • Agosto – Ripetizione della Caminada storica degli zattieri Codissago-Perarolo.
  • Dicembre – Costruzione di una zattera sul Naviglio a Milano e discesa.

Anno 1995

    • Seconda trasferta a Embrun
    • Tresferta a Clamecy nella regione della Nievre Francia per l’VIII° Incontro Internazionale.
    • Recupero a Sottocastello di una segheria alla veneziana
    • L’associazione prende in comodato per venti anni l’edificio delle ex scuole elementari con lo scopo di trasformarlo in Museo degli zattieri
    • Costruzione a Greifemburg sul laghetto Badsee di una zattera a tre copule

Anno 1993

  • Giugno – Costruzione a Cronach, Baviera del nord, nelle foreste di Turingia di una zattera del Piave.
  • Agosto -Trasferta a Rada in Svezia per il VI° incontro Internazionale
  • Presentazione del volume “La Via del Fiume” dalle dolomiti a Venezia.

Anno 1991

  • Maggio, discesa della Drava con una zattera a cinque copule con 60 giornalisti europei da Oberdrauburg a Sachsemburg.
  • Agosto – Incontro Internazionale a Berg in Carinzia e discesa con zattere una del Piave a cinque copule da Oberdrauburg a Spittal.

Anno 1989

  • Incontro Internazionale a Belluno “Europa in zattera” con la partecipazione di delegazioni di 8 associazioni di 6 nazioni. Discesa con tre zattere a tre copule da Ponte nelle Alpi a Trichiana.
  • Costruzione di una zattera a Carugate Milano.
  • Costruzione di una zattera a tre copule a Berg sulla Drava e discesa fino a Saksemburg

Anno 1987

  • Incontro Internazionale a Belluno “Piave Europa”con zattieri Catalani e austriaci, Costruzione di due zattere a tre copule e discesa da Ponte nelle Alpi a Belluno e fluitazione di legname da Punta dell’Anta a Borgo Piave.
  • Realizzazione del primo nucleo del Museo nel seminterrato della scuola elementare.
  • Incontro a Berg con gli zattieri della Drava perstudiare la realizzazione della discesa di una zattera del Piave sulla Drava.
  • Presentazione del volume “Zattere zattieri e Menadàs”

Anno 1985

  • Viaggio di Adriano Olivier con lo zio Matteo Olivier sui Pierenei Catalani a la Pobla de Segur per cercare un contatto con una Associazione che ogni anno fa discese di zattere dimostrative lungo il rio Noguera Pallaresa.

Anno 1983

  • Viaggio in Stiria a Bruck an der Mur e Murau lungo il Mur alla ricerca dei luoghi dove erano andati a esercitare la professione gli zattieri di Codissago.
  • Caminada storica da Codissago a Perarolo lungo il percorso che facevano un tempo gli zattieri per raggiungere le segherie e costruire le zattere.
  • Conferenze nelle scuole per coinvolgere i giovani.
Articoli Recenti
Il Museo si trova a Codissago frazione di Castellavazzo Belluno a 6 Km dall’uscita dell’autostrada A23 Venezia-Belluno sulla sponda sinistra del Piave di fronte a Longarone.
Mail Chimp